Skip to content

A2C

  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • black color
  • cyan color
  • green color
A2C - Consulenza tecnica specialistica News Sicurezza Obbligo valutazione dei campi elettromagnetici al 01/07/2016
Obbligo valutazione dei campi elettromagnetici al 01/07/2016 Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
News Sicurezza

Campi elettromagneticiCon la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea della Direttiva 2013/35/UE sulle disposizioni minime di sicurezza e di salute relative all’esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dai campi elettromagnetici, è stato fissato il termine per la valutazione al 1° luglio 2016.

In particolare nella Normativa italiana, l’ esposizione ai campi elettromagnetici è attualmente disciplinata dal titolo VIII, capo IV del d.lgs. 81/2008, le cui disposizioni entrano in vigore alla data fissata per il recepimento della direttiva 2004/40/CE (ex art. 306 d.lgs. 81/2008). L’abrogazione della 2004/40/CE e l’entrata in vigore della nuova 2013/35/UE spostano tale termine al 01/07/2016.

Entro tale data tutti i Datori di lavoro dovranno obbligatoriamente effettuare una valutazione dei campi elettromagnetici presenti nell'attività lavorativa.

La mancata valutazione comporta le seguenti sanzioni:

  • arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da € 2.500,00 a € 6.400,00 (art. 219 c. 1 lett. a);
  • arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da € 2.000,00 a € 4.000,00 (art. 219 c. 1 lett. b).

Ma non saranno sanzionabili gli eventuali inadempimenti a specifici articoli del ns. D.Lgs 81/08, Titolo VIII, Capo IV.

La 2013/35/UE contiene 4 allegati che riguardano:

  • Allegato I: Grandezze fisiche concernenti l’esposizione ai campi elettromagnetici.
  • Allegato II: Effetti non termici: valori limite di esposizione e livelli di azione nella gamma di frequenza compresa tra 0 Hz e 10 MHz.
  • Allegato III: Effetti termici, valori limite di esposizione e livelli di azione nella gamma di frequenza compresa tra 100 KHz e 300 GHz.
  • Allegato IV: Tavola di concordanza (fra la presente direttiva e la direttiva 2004/40/CE).

Secondo la Direttiva 2013/35/UE il rispetto dei Valori Limite di Esposizione (VLE) deve essere verificato in prima battuta sulla base di informazioni facilmente accessibili; se tali informazioni non permettano di stabilire con certezza il rispetto dei VLE allora la valutazione dovrà essere effettuata sulla base di misurazioni e calcoli.

Ultimo aggiornamento Martedì 12 Gennaio 2016 12:52
 

E' possibile lasciare un commento effettuando il login