Skip to content

A2C

  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • black color
  • cyan color
  • green color
A2C - Consulenza tecnica specialistica News Radon Il gas Radon nel RUEC del Comune di Grottaminarda
Il gas Radon nel RUEC del Comune di Grottaminarda Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
News Radon

GrottaminardaIl Radon, gas inerte e radioattivo di origine naturale, è assai poco noto in Italia. Per questo va evidenziata la meritevole attenzione che l'amministrazione del Comune di Grottaminarda ha riservato al rischio Radon. Si tratta di passi necessari per il bene della collettività che, tramite il RUEC, gode di maggiori garanzie. IL Comune di Grottaminarda offre ai suoi cittadini un esempio virtuoso che tutti dovrebbero seguire.

 

I mass media ci allertano sulla pericolosità dell’inquinamento o sul mancato rispetto delle normative Ue. Ma chi documenta i cittadini su un danno che la popolazione subisce inconsapevolmente per colpa del Radon? Solo gli scienziati e pochi amministratori son sensibili all’argomento che pure non è meno dannoso dell’amianto.
Non è allarmismo da mass media occuparsi della pericolosità del Radon, bensì urgenza di tutelare la salute, bene prezioso, il più prezioso che possediamo. E’ palese che oggi siano in massima parte solo gli addetti ai lavori e gli scienziati a destare l’attenzione su questo gas radioattivo, incolore e volatile.
Eppure la sua pericolosità è acclarata: questo gas è più denso dell'aria e si propaga nell'aria dal suolo e, a volte, dall'acqua nella quale può disciogliersi.
Ecco perché è molto meritevole l’attenzione del Comune di Grottaminarda il quale testimonia una reale indefettibile dedizione ai suoi cittadini. Questa testimonianza ci auguriamo serva da esempio per gli altri amministratori su un pericolo per la popolazione così poco noto eppure così diffuso.
Non deve essere sottovalutato il rischio Radon soprattutto per quanto concerne le nuove costruzioni laddove è fatto obbligo di implementare dei sistemi di mitigazione che vadano a diminuire le concentrazioni medie del gas Radon.
Investiti del problema sono gli imprenditori in procinto di edificare una nuova opera nel Comune Grottaminarda. Lo scopo, quello di assicurarsi il "Permesso di Costruire", si traduce in ottemperanza all’art.116 del vigente RUEC per il quale gli imprenditori sono tenuti a produrre una documentazione confacente ed inerente le opere di mitigazione del Radon che intenderanno porre in essere.
Due risultano le tipologie per quanto concerne le opere di bonifica: adeguati sistemi di ventilazione dei locali e sistemi di impermeabilizzazione al gas Radon.
In particolare si riporta il suddetto articolo 116 del RUEC del Comune di Grottaminarda:

"

ART. 116 - Riduzione effetti del gas radon 

Per controllare la migrazione del gas radon dai terreni agli ambienti interni è necessario, per le nuove costruzioni in aree ad alto rischio di radon, ventilare adeguatamente gli ambienti interrati e realizzare delle membrane di separazione ben sigillate tra le aree interrate e gli ambienti occupati.

".

Per ulteriore approfondimento, nella sezione Download del sito si riporta il testo integrale del Ruec, così come pubblicato nel 2013 sul sito del Comune di Grottaminarda.

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 17 Marzo 2016 14:21
 

E' possibile lasciare un commento effettuando il login