A2C - Consulenza tecnica specialistica News Progettazione L'analisi SWOT per prendere delle decisioni ben ponderate
L'analisi SWOT per prendere delle decisioni ben ponderate
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
News Progettazione

SWOT-smallPer prendere una decisione, su un progetto o un'impresa, uno dei metodi più semplici ed efficaci è l'analisi SWOT. Conoscerla può essere utile a prendere delle decisioni ben ponderate. Che cos'è? E' un'analisi dei punti di forza e debolezza con l'aiuto di un diagramma, dove SWOT è l'acronimo delle iniziali in inglese di Forza, Debolezza, Opportunità e Minacce.

 

I punti di forza e di debolezza riguardano gli aspetti interni all'organizzazione, mentre le minacce e le opportunità riguardano l'interazione con l'esterno.

Si costruisce una semplice tabella come quella sotto, divisa nelle quattro regioni dell'acronimo SWOT e cioè: forza (Strength), debolezza (Weakness), opportunità (Opportunity) e minacce (Threats).

La tabella va divisa in interne/esterne sulle ordinate e in utili/dannose sulle ascisse. .

SWOT-diagramma-1

Si definisce un obiettivo che si vuole raggiungere tramite un progetto o un percorso. Ciò è fondamentale per non commettere errori. Si sconsiglia di fare l'analisi senza avere l'obiettivo.

Facciamo un esempio: aumentare le vendite attraverso la creazione di un sito di e-commerce per la propria azienda o negozio.

Analizziamo quindi questi quattro elementi andandoli a scrivere in questa tabella.

Iniziamo analizzando l'interno dell'organizzazione e vediamo le forze e le debolezze. Per sviscerarle consiglio la traccia del modello PRIMO-F: che sta per: Persone, Risorse, Innovazione, Marketing, Operazioni e Finanza. Ad esempio, per creare l'e-commerce serviranno delle competenze informatiche e questa potrebbe essere una debolezza, mentre per inserire le foto dei prodotti e cosa scrivere come descrizione, magari c'è già una grossa competenza perché magari abbiamo da parte già del materiale e quindi lo inseriremo come punto di forza. Anche l'entusiasmo può essere inserito come punto di forza.

Passiamo quindi all'analisi dell'esterno e prevediamo le minacce e le opportunità. Per sviscerarle consiglio la traccia del modello PEST ovvero: Politica, Economia, Sociale e Tecnologia. Per quanto riguarda le minacce, ad esempio continuando l'esempio potremmo individuare le minacce informatiche, come ad esempio il furto dei dati di carta di credito dei clienti, oppure la pubblicità negativa di una recensione sfavorevole di un cliente.

Fatta questa combinazione di punti, i responsabili dovranno stabilire rispetto a questa prospettazione se l'obiettivo è raggiungibile o meno. Nel caso si proceda, questa analisi è la base di partenza per una azione di miglioramento dell'attuale condizione e quindi creare una strategia. Quindi occorre porsi 4 domande:

  • come possiamo utilizzare e sfruttare ogni forza?
  • come possiamo migliorare ogni debolezza?
  • come si può sfruttare e beneficiare di ogni opportunità?
  • come possiamo ridurre ciascuna delle minacce?

Dalla risposta a queste domande si ottengono gli spunti di miglioramento che l'organizzazione deve intraprendere. Dopo aver risposto alle 4 domande, l'analisi SWOT ci fornisce una fotografia dell'azienda e una strategia per raggiungere un obiettivo.

Potenzialmente si potrebbe utilizzare anche per fare una fotografia di un determinato concorrente, in modo da differenziarci.

Però, attenzione! Non bisogna confondere come dati oggettivi delle emerite valutazioni.

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 23 Novembre 2020 21:22
 

E' possibile lasciare un commento effettuando il login